Archi Deejay

Archi Deejay

giovedì 26 maggio 2011

La licenza COPIE LAVORO della Siae, parte 1°

Forse in pochi sanno che un deejay in Italia non solo DEVE AVERE tutta musica originale con il bollino Siae, ma in caso di copia su un altro supporto (cd, computer, chiavetta usb) DEVE PAGARE un ulteriore licenza alla Siae, chiamata appunto COPIE LAVORO.
E' una legge uscita nel 2008, che in pochi seguono alla lettera.
Questa licenza è annuale e il costo varia in base a quante copie il deejay porta con se.
Ovvio che con se debba portare anche i supporti originali in caso di controllo...insomma, come si capisce fin dall'inizio è l'ennesima truffa legalizzata della Siae.
Esempio pratico: io compro un cd a 15e (la Siae si prende i soldi), me lo copio su un cd vergine (la Siae prende i soldi, in Italia i supporti vergini sono tassati), uso quest'ultimo nelle mie serate e compilo il Borderò (la Siae prende i soldi). Su un brano che ho fatto suonare in un locale la Siae prende tanti tanti soldi!
Questo per tutelare gli Autori, ma soprattutto per tutelare se stessa :-)
Nella prossima parte entrerò nel merito di come funziona la Licenza Copie Lavoro, ovverò "fatti il database di tutti i cd e i brani in esso contenuti di cui ti sei fatto una copia su un altro supporto".

martedì 17 maggio 2011

Le richieste musicali

Ovvero "ce l'hai quella canzone che fa NANANA NANANA?"
Ci sono diverse tipologie di richieste che possono capitare durante una serata, provo ad elencarne alcune.

1- LA PERSONA CANTERINA. Quella che non si ricorda il titolo e prova a cantarvi la canzone, questo ovviamente mentre la serata è già in svolgimento, per cui con la musica alta...bravo a chi riesce ad indovinare la canzone richiesta!

2- LA PERSONA FUORI LUOGO. Cioè quella che vi chiede un pezzo lento mentre hai la pista piena. Io di solito rispondo "magari dopo la metto". Ci sono anche alcune varianti, tipo il genere musicale completamente fuori luogo rispetto alla serata, vedì per esempio un brano dei PAPA ROACH durante una serata chillhouse.

3- LA PERSONA ASSENTE. E' quella che ti chiede un brano che hai messo 5 minuti prima. Di solito si svolge così, ti fa richiesta e alla risposta "l'ho messa poco fa, non hai altre richieste?" risponde al 99% delle volte "io non c'ero me la rimetti ora!". Le varianti sono "io sono appena arrivato al locale" oppure "ero uscito a fumare" o "ero in bagno". Sta di fatto che generalmente è una persona che si offende se tu non esaudisci il suo desiderio. Difficilmente all'interno della serata metto 2 volte lo stesso brano, ma possono esistere delle eccezioni.

4- LA PERSONA RITARDATARIA. Si alzano le luci del locale, saluti...ed arriva dicendo "mi metti questa canzone?".
"Scusa ma la serata è finita, mi spiace", tante volte sarà per l'alcool che a quel ora ha raggiunto discreti livelli, ma c'è un insistenza per essere accontentati nella richiesta con frasi "nooo, ancora una ancora una".

A me personalmente piace essere il più vicino possibile alla pista, proprio per essere a stretto contatto con la gente ed ascoltare le richieste musicali. Queste richieste a volte mi aiutano anche a capire, aldilà del mio gusto personale, quello che può piacere e mi permettono di espandere i miei orizzonti musicali.

lunedì 16 maggio 2011

La strumentazione


Attualmente la mia strumentazione da deejay consiste in:
2 - cdj 400 Pioneer
1 - mixer Akiyama 2 canali
1 - Pc portatile con Win Vista e Virtual Deejay (originale)
1 - Denon Hc4500

Uso principalmente mp3 originali (più avanti dedicherò un post proprio per questo argomento), ma mi porto dietro anche parecchi cd...il mio obbiettivo è avere solo mp3, per evitare di continuare a pagare la tassa annuale sulle Copie Lavoro della Siae (sarà anche questo un argomento che tratterò su questo blog).
Ad ogni modo non sto comprando più cd dall'estate scorsa...un po' mi spiace per la mia bella collezione, ma ormai sono diventati anti-economici e in un periodo dove si lavora al ribasso è una scelta quasi obbligatoria.

Chi è Archi Deejay ?

Sono un deejay, fonico e una volta ero anche chitarrista! Ho studiato musica per 10 anni a Milano.
Sono sempre stato deciso a lavorare nell'ambiente dello spettacolo, le mie prime attività remunerate risalgono ai primi anni 90.
Non sto qui a scrivervi la storia della mia vita, volevo solo specificare che sono circa 20 anni che il mio lavoro è a stretto contatto con la gente che si muove e con la musica.

Di cosa si parla?

Ciao, prima di tutto benvenuti nel mio blog.
Qui si parlerà di musica, di deejay e tutto quello che ci gira intorno.
Dalle problematiche legate alla Siae e l'Enpals, ai vari mix delle serate, alla precarietà del lavoro nei locali.